PD, carro da difendere o diligenza da assaltare?

14 marzo 2018

Quanto c'è di nobile e quanto di tattico, nellì'ondata di nuovi iscritti al PD, esponenti già collocati nell'area di centrosinistra e che oggi decidono di tesserarsi ufficialmente? In che misura si tratta di una scelta in fidea del "carro perdente" e in quale, al contrario, di un calcolo legato ai tanti spazi che aspettano di essere occupati? Cerca di rispondere Matteo Inzaghi.