Turismo, Varese laboratorio di emozioni

31 agosto 2017

La vocazione turistica del varesotto ha fatto passi da gigante. Lo sottolinea l'esperto e docente LIUC Massimiliano Serati, che spiega come il concetto stesso di turista si sia evoluto nel tempo. "Varese ha le carte in regola per puntare sui nuovi settori di nicchia, a cominciare dalle visite emozionali e meditative". Sul numero dei pernoattamenti, Serati è tranchant: "La gara a chi si ferma di più è antistorica: oggi i visitatori amano il mordi e fuggi".