Sindaco in manette, bufera a Lonate e Gallarate

16 maggio 2017

In manette Danilo Rivolta. Il Sindaco di Lonate Pozzolo è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri in azione congiunta con la Guardia di Finanza. Insieme a lui, coinvolto anche il fratello, Fulvio, titolare di uno studio di progettazione immobiliare e relegato ai domiciliari. Indagata con obbligo di firma la compagna di Rivolta, Orietta Liccati, già dirigente comunale di Lonate e oggi Assessore all'Urbanistica ed Edilizia Privata di Gallarate. Con lei, il segretario comunale di Lonate e il comandante della Polizia Locale, oltre ad altri quattro imprenditori del Varesotto. Minacce all'ex comandante Maria Cristina Fossati, agevolazioni all'attività del fratello, tangenti intascate per costruzioni di capannoni o trasformazioni di terreni in parcheggi a Malpensa. Questi sono solo alcuni dei capi d'accusa per Rivolta, arrestato per concussione, abuso d'ufficio e corruzione. Dopo 17 perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, una ingente mole di documenti si trova ora al vaglio degli inquirenti e sarà analizzata nei prossimi giorni.