Appalti preclusi. Ma la politica non se ne accorge

13 aprile 2017

Cene, pranzi, foto di rito, comunicati roboanti e annunci trionfali. Per cosa? Non si sa. I rapporti tra l'Italia e la Svizzera restano caratterizzati da due velocità diverse. Quella d'oltreconfine, rapida, determinata e a volte tagliente. E quella nostra, nazionale e regionale: pronta alla gran cassa per alcuni temi di impatto, ma stranamente silenziosa su problemi complessi, articolati e, come nel caso degli appalti, dirimenti.