Molina, Alfieri: “Un caso innescato dal voto”

2 febbraio 2017

Incontro interlocutorio, ai piani alti del Pirellone, per il cosiddetto caso Molina. Il commissario Pallino parla di indagini interne tutt'ora in corso. Monti spara sull'ex presidente Campiotti. Marsico sollecita il sindaco di Varese alla nomina di un revisore. Alfieri trova legittimo il prestito obbligazinario deciso dalla passato gestione e ricorda la matrice politica del "caso Molina": "La querelle - commenta - è scoppiata all'indomani di quella tornata elettorale che ha strappato al centrodestra il governo di Varese".