Rubrica finanza e territorio

30 gennaio 2017

Per Luca Galli la pubblicazione dei nomi dei grandi debitori insolventi nei confronti delle banche, creerebbe un precedente pericoloso nonché una palese violazione del segreto bancario. Detto questo, è necessario garantire che la scelta delle imprese da finanziare segua percorsi meno avventurosi. Ferma restando la vigilanza della Banca d'Italia, che Galli considera: "Attenta e severa".