Molina, “Tutto legittimo, il Mullah si rassegni”

5 ottobre 2016

"Interverrò volentieri in Regione: gli atti della Fondazione Molina sono pienamente legittimi. Il problema è squisitamente politico e si chiama Nino Caianiello". Parole di Christian Campiotti, che in risposta alla richiesta di audizione in Commissione regionale Sanità, risponde presente: "Sarò lieto di incontrare i vertici del consiglio regionale, illustrando la piena legittimità di quanto ha fatto Fondazione Molina. E siccome gli attacchi che vanno avanti da mesi hanno origine politica, dico al Mullah Caianiello di rassegnarsi: non riuscirà a mettere le mani su Varese".