Strappi e ballottaggi, gli azzardi del Mullah

10 maggio 2016

"Mai coi civici", tuona Nino Caianiello, il Mullah della politica, guardando con allergia alla formazione che sostiene Stefano Malerba. Ma a parte il fatto che, se c'è uno che non vuole accordi col centrodestra, quello è proprio Malerba, la perentorietà dell'annuncio carica sulle spalle caianielliane le responsabilità dell'eventuale caduta.