Sfiducia respinta

20 ottobre 2015

47 voti contrari, 30 a favore: l'aula respinge. Con questa formula di rito il consiglio regionale ha bocciato la mozione di sfiducia portata in aula dai gruppi di minoranza. Il Movimento 5 Stelle si presenta a palazzo armato di scope e cartelli con la scritta "Onestà". Il PD se la prende nuovamente con l'eccessiva politicizzazione dei direttori generali della sanità lombarda. Duro l'intervento di Maroni, che difende a spada tratta la Regione, riaffermandone l'estraneità rispetto ai fatti imputati a Mario Mantovani e agli altri accusati e minaccia: "Quereleremo chiunque insista nel parlare di tangenti".