Ho provato il “metodo Zamboni”

31 luglio 2015

Benefici e una vita più normale ancora oggi dopo oltre quattro anni. La testimonianza di Raffaella Demattè affetta da sclerosi multipla che ha deciso nella primavera del 2011, dopo essere venuta a conoscenza degli studi del Professor Paolo Zamboni sulla ccsvi, l’insufficienza venosa cronica cerebrospinale, di sottoporsi ad un intervento chirurgico di angioplastica, per allargare e liberare i vasi sanguigni ostruiti. Secondo il medico di Ferrara infatti esisterebbe una correlazione tra sclerosi multipla, come di altre malattie neurodegenerative, e alterazioni vascolari. Ai nostri microfoni Raffaella Demattè, già ospite dei nostri studi.