Tolleranza si, ma senza dimenticare le proprie origini.

22 dicembre 2014

Sempre più spesso i simboli del Natale vengono messi in discussione, dal presepe alle recite natalizie. Non più tardi di una settimana fa una maestra di Solbiate Olona ha deciso di spostare l'annuale recita scolastica al freddo al gelo, patito dai bambini, perché l'interno della chiesa veniva considerato un possibile insulto per i ragazzi provenienti da altre etnie. Se si è disposti a tollerare, dunque, non ci si deve dimenticare di affermare prima se stessi. L'etimologia del termine tolleranza, d'altronde, significa elevare il proprio interlocutore. Dunque, noi siamo pronti a rispettare i nostri interlocutori e il bagaglio culturale che portano con se, ma tutti devono essere pronti a rispettare il nostro bagaglio di tradizione e costumi. Non ci si può accusare di radicalismo o accanimento se semplicemente ci si vuol tenere strette le proprie origini.