Giulia Scandolara a Gallarate

25 ottobre 2014

«Quando lavoro -spiega l'artista- non so dove mi porterà il gesto, la mano che traduce l'emozione. Posso solo sentire e lasciar fluire». I suoi lavori pittorici sono il risultato di un'azione performativa, in cui riesce a distaccarsi completamente da sé stessa, diventando così “puro strumento” di un impulso artistico che sconfina lo spazio della tela.