L’esordio del Poz

13 ottobre 2014

Mancano 10 minuti quando Gianmarco Pozzecco fa il suo ingresso in campo. Cravatta già allentata, giacca che somiglia a una camicia di forza, messagli a forza per evitargli di esplodere. Il pubblico lo abbraccio in un unico grande coro. Poi inizia la partita, che il coach della Openjobmetis segue a mezzo millimetro dal campo, come se fosse lui a dover giocare. E in effetti è lui il sesto uomo. Alla fine, esulta, fa irruzione e abbraccia, uno a uno, i suoi ragazzi.