La campanella della svolta

5 settembre 2014

Più presidi e meno docenti precari. Due conquiste in un colpo solo, che renderanno più sereno l'anno scolastico che sta per cominciare. Parola di Claudio Merletti, dirigente dell'ufficio scolastico provinciale, che a Rete55 racocnta, nella sostanza, in cosa consisteranno le novità. Da un lato, la normalizzazione del dopo-concorso. Dopo un intero anno di "limbo", con presidi costretti a dividersi tra vari istituti, eccoci alla soluzione: 106 dirigenti per 106 istituti. Poi l'annuncio del governo: "Mai più supplenze". In realtà, la faccenda è un po' più complicata: però una cosa è certa. I docenti di rincalzo non saranno più "figli di un dio minore".