Un Poz a ruota libera

30 luglio 2014

Il Poz si racconta a Rete55. Le sue aspirazioni, le sue attese, le sue speranze, i suoi propositi da neoallenatore della Pallacanestro Varese, i suoi ricordi da "mosca atomica", la sua profonda stima per Cecco Vescovi. E quando gli chiediamo "Metterai la cravatta come coach di Varese?", lui risponde: "Meglio di no. Sono il tipo che, nei momenti di tensione, si toglie la giacca e la scaglia sul parquet!".