Consiglio regionale a dieta

29 luglio 2014

Entro fine legislatura il Consiglio regionale lombardo arriverà a costare 40 milioni di euro in meno rispetto alle scorse legislature. Le indennità tagliate (da 8,4 a 6 milioni di euro) e soprattutto la dieta imposta ai gruppi consiliari (da 1,2 milioni a 200 mila euro), sommata ad altre voci di risparmio, hanno giovato al bilancio regionale. Lo annuncia soddisfatto l'ufficio di presidenza, che, numeri alla mano, dimostra il mantenimento di un'agenda politica comunque impegnativa e fruttuosa (26 riunioni di consiglio, 173 le riunioni di commissione ordinarie, oltre 40 quelle delle commissioni speciali).